in

Albania: accuse al leader opposizione

(ANSA) – TIRANA, 14 GIU – In Albania il leader dell’opposizione di centrodestra, Lulzim Basha, è finito sotto accusa perché sospettato di non aver dichiarato il pagamento di 650 mila dollari a favore di una società statunitense, la Muzin Capitol Partners, per attività di lobbying presso l’amministrazione Usa.
    Basha è stato convocato per il prossimo lunedì in qualità di imputato dalla Procura di Tirana, per prendere atto dell’accusa.
    Il caso risale alla primavera del 2017, prima delle elezioni politiche del giugno di quell’anno. Si tratta di due pagamenti che la Muzin ha dichiarato presso il Dipartimento della Giustizia, di cui 500 mila dollari dal Partito Democratico (Pd) di Basha e 150 mila dollari dalla Biniatta Trade, una società con sede a Edimburgo, di proprietà di alcune altre società controllate da cittadini russi o legati indirettamente alla Russia, e con base nel Belize, paradiso fiscale dell’America centrale.
   

Afa in Corsica, superati i 40 gradi

‘Melania T’ come ‘Jackie O’, dice Trump