in

Hong Kong: la polizia spara lacrimogeni

(ANSA) – PECHINO, 14 AGO – La polizia di Hong Kong è tornata a usare i gas lacrimogeni in serata per disperdere un gruppo di manifestanti pro-democrazia radunatosi vicino alla Sham Shui Po Police Station, nell’ambito dell’Hungry Ghost Festival, dopo il rifiuto di sgomberare e di fermare l’utilizzo dei laser contro l’edificio. I manifestanti si erano riuniti per bruciare “il denaro infernale” (su alcuni fogli erano stampati i volti della governatrice Carrie Lam e dell’ex premier cinese Li Peng, morto di recente a 90 anni) per tenere lontano gli spiriti senza pace.
   

Russia: Fsb perquisisce sede ong

Vacanza è anche digital detox