in

Johnson, no a nuovi rinvii sulla Brexit

(ANSA) – LONDRA, 19 NOV – Boris Johnson è tornato ad accusare nel primo duello tv con Jeremy Corbyn il Parlamento britannico di aver bloccato la Brexit dopo il referendum del 2016 imponendo le elezioni di dicembre. Ha aggiunto che solo una maggioranza Tory consentirà di attuare immediatamente la Brexit (“get Brexit done”) e permetterà al Paese di andare avanti verso un 2020 di crescita. L’alternativa è un governo “Corbyn-Sturgeon” a guida Labour, che porterà “nuovi rinvii e divisioni”, con “un secondo referendum sulla Brexit e uno sulla secessione della Scozia”.
   

La Juve svela il JHotel

2/12 assemblea elezione n.1 Lega di A