in

Autonomia: strappo tra M5s e Lega

(ANSA) – ROMA, 11 LUG – È terminato con uno strappo il tavolo a Palazzo Chigi sull’Autonomia. “Inutile sedersi a un tavolo che non funziona, con persone che il giorno prima chiudono accordi e poi cambiano idea e fanno l’opposto”, sottolineano fonti leghiste. “Invece di andare avanti si torna indietro. I 5 Stelle condannano il Sud all’arretratezza”, aggiungono le stesse fonti.
    “Al vertice – replicano fonti del Movimento Cinque Stelle – la Lega ha proposto di inserire le gabbie salariali, ovvero alzare gli stipendi al Nord e abbassarli al Centro-Sud. Per il M5S è totalmente inaccettabile”. Il premier Giuseppe Conte, a quanto si apprende, durante la riunione, per abbassare i toni, avrebbe detto che si va avanti sull’autonomia, ma stando attenti a salvaguardare l’unità del Paese e la Costituzione.
   

Milano-Cortina: Malagò, flessibilità Cio

Corte Ue, legittima banda a Open Fiber