in

Ciclismo: Viviani, visto un altro Elia

(ANSA) – ROMA, 11 AGO – “Avete visto un nuovo Viviani, che accetta una gara dura e si mette in gioco e rischia fin da subito: vincere in questo modo è davvero bello. L’azione di Trentin non era programmata, non avevamo certo pianificato questa corsa così come è venuta ma con Matteo sapevamo di poter fare una gara dura con tatticismi significativi, e così è stato”. E’ un Elia Viviani al settimo cielo quello che, ad Alkmaar, commenta la vittoria nella gara in linea degli Europei.
    “Eravamo proiettati ad uno sprint – dice ancora l’azzurro -, ma le gare dei giorni precedenti avevano dimostrato che il percorso non era così semplice come era stato descritto. Così è stato. Adesso vado ad Amburgo e Plouay: saranno i miei ultimi due grandi obiettivi in questa stagione”. Due parole sullo sprint conclusivo: “sapevo ovviamente che era veloce, quando Lampaert è scattato gli sono andato dietro e lui si è staccato.
    Ed è stato bello arrivare con Yves che è un compagno di squadra e un amico”.
   

Nyt, Epstein senza vigilanza in cella

Trovata morta sorella assalitore moschea