in

Investimenti in startup hi-tech a 694mln

(ANSA) – ROMA, 3 DIC – Nel corso del 2019 le startup hi-tech italiane hanno raccolto finanziamenti per 694 milioni di euro.
    La cifra è di circa 100 milioni superiore ai 593 milioni raccolti nel 2018, ma rappresenta una crescita più contenuta rispetto a quella dell’anno scorso, quando il capitale a disposizione era quasi raddoppiato nell’arco di dodici mesi. I dati sono forniti dall’Osservatorio Startup Hi-tech promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano in collaborazione con Italia Startup, e sono stati presentati stamani a Milano nel corso de convegno “Innovazione Digitale 2020: imprese e startup insieme verso l’open company”.
    Stando all’Osservatorio, gli investimenti da attori informali – che includono tra gli altri venture incubator, family office e club deal – sono la prima fonte di finanziamento con 248 milioni di euro contro i 188 di consuntivo del 2018. Gli investimenti di attori formali – come i fondi di venture capital indipendenti e di corporate venture capital aziendali, e il governmental venture capital o finanziarie regionali – si attestano a 215 milioni dai 192 dell’anno scorso.
    I restanti 231 milioni di euro (a fronte dei 213 del 2018) sono gli investimenti effettuati da attori internazionali. I capitali attratti dall’ecosistema startup hi-tech da parte di player esteri provengono prevalentemente da Europa (46,4%), Usa (41%), Cina (11,6%), Giappone (0,55%) e Taiwan (0,49%). Negli ultimi 12 mesi sono diminuiti i finanziamenti americani e sono aumentati quelli europei e cinesi. Nel 2018 infatti la classifica era Usa (72,73%), Europa (23,36%) e Cina (3,77%).
    (ANSA).
   

Trump all’Italia, no digital tax o dazi

Calcio:Nicchi,commissario Lega A?Spiace più che fare effetto